Biodanza

Biodanza  è una tecnica psicocorporea  che si basa  sulla manifestazione spontanea delle emozioni attraverso la musica, il movimento e situazioni d’incontro.

 
IMG_4610.jpg

Corso Adulti

Settimanale

IMG_6336.JPG

Biodanza in 

Famiglia

Francesca gruppo-7479.jpg

Biodanza nei 

Luoghi di Lavoro

IMG_6167.jpg

Biodanza per 

Bambini

IMG_3984.jpg

Biodanza per 

la Terza Età

IMG_2786.JPG

Workshop &

Eventi

Origini Biodanza.JPG
Icona-OriginiBiodanza.png

LE ORIGINI DELLA BIODANZA

La parola Biodanza nasce dal prefisso greco “bios” che significa “vita” e dalla parola di origine francese “Danza” che etimologicamente significa  “movimento integrato pieno di senso e significato” e da qui il nome poetico di “Danza della Vita”.

 

Un movimento animato da un senso profondo che spinge ad agire con grazia, armonia, coraggio, chiarezza, integrità, gioia di vivere.


Ciò che Biodanza propone è proprio il recupero di queste qualità dell’agire, ritenendo che “danzare la propria vita” sia una metafora bellissima e poetica per sottolineare
l’importanza di questa integrità esistenziale e spirituale.

Icona-RolandoToro.png

IL CREATORE DELLA BIODANZA 

Rolando Toro Araneda è nato a Concepción, Cile, il 19 aprile 1924. A seguito del suo percorso di studi nel mondo della psicologia e le conseguenti cattedre in ambito psicologico e antropologico tra il 1968 e il 1973 ha iniziato a sviluppare la teoria di Biodanza (all’epoca chiamata Psicodanza). Ha applicato questo sistema nell’Ospedale Psichiatrico di Santiago e nell’Istituto di Estetica dell’Università Cattolica del Cile.

Ha vissuto in Cile, Argentina, Brasile e Italia. È scomparso a Santiago del Cile il 16 febbraio 2010 all'età di 85 anni.

IMG_6450.jpg
Cosa non é biodanza.jpg
Icona-Cosanonèbiodanza.png

COSA NON È BIODANZA

Non è un corso di danza e non occorre saper ballare o muoversi bene con la musica per farla.

Non è terapia ma è terapeutica poiché chi inizia a praticarla migliora la qualità della propria vita.

 “Biodanza ci porta ad una percezione nuova e luminosa di noi stessi e dell’altro, una visione interiore ampia per percepire e gustare la realtà, una dimensione di libertà espressiva e di vastità emozionale: ecco perché Biodanza, più che una terapia, è una nuova sensibilità, una forma di pedagogia, una poetica dell’incontro con se stessi, con l’altro e con la totalità."
 
Rolando Toro Araneda